Lab Dakar. Promozione dell'imprenditoria femminile in Senegal

Lab Dakar. Promozione dell'imprenditoria femminile in Senegal è uno dei 7 progetti finanziati dalla Legge Regionale 19/1996 che promuove interventi di cooperazione decentrata allo sviluppo. Il progetto è promosso da IPSIA Sardegna, capofila, e dal Comune di Ussaramanna, IPSIA Nazionale, dall'Associazione Sunugal Senegal e dalla cooperativa femminile GIS GIS (partner senegalese). 

Il progetto vuole contribuire all'obiettivo generale di incremento dell'occupazione femminile nella regione di Dakar, in coerenza con gli SDG 8 e 5 dell'Agenda 2030. Tale obiettivo influisce a livello sociale nella diminuzione delle disparità di genere e nella maggiore tutela dei diritti delle donne nel contesto locale, grazie alla maggiore autonomia economica raggiunta e alle possibilità di istruzione e formazione fornite dai partner di progetto. 

Attraverso il contributo alla crescita economica del contesto e le maggiori opportunità lavorative si vuole inoltre favorire la diminuzione dei flussi migratori irregolari verso l’estero, che hanno conosciuto un incremento dal Senegal negli ultimi anni, spesso con esiti drammatici.

Obiettivo specifico è il rafforzamento dell'imprenditoria femminile nel settore sartoriale quale fattore di emancipazione socio-economica nel quartiere Sam Notaire di Guediawaye, città della regione di Dakar dove è localizzato l'intervento.

Il progetto, che durerà 12 mesi, prevede azioni in Senegal e in Sardegna. L'intervento, attraverso la promozione di scambi di prassi fra i partner senegalesi e quelli del territorio regionale, mira ad avere ricadute nei seguenti ambiti:

–  culturale: promuovendo l'incontro fra tradizioni e gusti senegalesi e italiani, attraverso il canale fashion e artistico;

–   istituzionale: attraverso la possibilità di avviare scambi e contatti fra i Comuni coinvolti dall'intervento;

–   sociale: attraverso il coinvolgimento della comunità immigrata, in particolare senegalese, alla promozione dell'iniziativa. Il fatto che questa sia stata direttamente originata da una associazione di migranti (Sunugal) costituisce in questo senso un valore aggiunto per mostrare il protagonismo dei migranti rispetto allo sviluppo dei paesi di origine. Inoltre il coinvolgimento delle scuole rappresenta un elemento fondamentale per trasmettere messaggi legati all’accettazione, all’accoglienza, all’integrazione e alla mutlicultura, soprattutto in un periodo storico come quello attuale in cui si sviluppano meccanismi di odio, razzismo e intolleranza verso gli immigrati;

–  economico: il coinvolgimento di cooperative attive nel settore della moda, e il carattere imprenditoriale del progetto ipotizzato, possono portare all'attivazione di contatti utili all'avvio di imprese transnazionali, o di rapporti internazionali fra queste.

Il progetto va a rafforzare il progetto Lab Dakarprogetto di imprenditorialità sociale e cooperazione allo sviluppo nato con l’obiettivo di dare visibilità e slancio ad una realtà di moda sostenibile.

Per maggiori informazioni potete visitare il sito https://lab-dakar.com/  e il sito http://www.ipsia-acli.it/it/notizie/item/361-lab-dakar.html


Mission Vision

Sono aperte le selezioni per 5 partecipanti (4 con età compresa tra 18 e 30 anni, più un group leader) al progetto di Scambio Giovanile “Mission - Vision”, un'iniziativa nell’ambito dell'Azione Chiave 1 del programma Erasmus+, che si terrà dal 6 al 14 settembre a Londra, nel Regno Unito.

L’obiettivo principale dello scambio è aiutare i giovani a conoscere meglio l’Europa e il suo sistema democratico, l'importanza della cittadinanza attiva e della partecipazione dei giovani alla politica e alla società.

Spesso, purtroppo, i giovani non capiscono realmente come funziona l'Unione Europea e quale sia il loro posto e ruolo nell'UE.

L'UE è attualmente composta da 28 Paesi: alcuni sono attori importanti, ma la maggioranza è costituita da Paesi che di frequente si sentono quasi “minoranze”, e, talvolta, troppo deboli, sia a livello economico che numerico, per avere un impatto o un effetto sulle scelte politiche dell'Unione. Occorre dimostrare che ogni Stato può e deve contribuire e svolgere un ruolo vitale nell'UE. L'obiettivo è quello di consentire ai giovani di capire che, comportandosi quali membri attivi della società e lavorando tutti insieme, sia possibile contribuire alla crescita dell'UE, nessuno escluso.

Il progetto adotterà lo sport quale strumento per simulare il funzionamento dell'UE. I partecipanti, lavorando insieme nei gruppi internazionali, scopriranno e sfrutteranno i propri punti di forza, ma saranno coscienti anche delle proprie debolezze, in maniera da rendere il gruppo più forte nel suo complesso.

Attraverso questo approccio, verrà approfondito il funzionamento dell'Unione Europea e come, specialmente i giovani, possano realmente fare la differenza lavorando insieme per un’Europa che sia davvero una “Unione”. Durante il progetto verranno, inoltre, analizzati numerosi temi tra cui le differenze culturali, le risorse locali e i punti di forza edebolezza di ciascun Paese.

Il progetto vedrà la partecipazione di giovani provenienti da: Bulgaria, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Grecia, Italia, Lituania, Romania, Slovacchia, Svezia, Turchia.

Requisiti per candidarsi:

- essere residenti in Sardegna;

- discreta conoscenza della lingua inglese;

- avere tra i 18 e i 30 anni;

- tesserarsi/essere membri delle ACLI provinciali di Cagliari.

Progettiamo insieme sul Programma Europa per i cittadini 2014-2020

L'associazione di volontariato Ipsia Sardegna, nell'ambito del Progetto Promuoviamoci, finanziato dall'Assessorato Regionale della Pubblica istruzione attraverso il Bando aggregazione giovanile, avvia il LABORATORIO ITINERANTE DI IDEE sull’Asse 2 del Programma Europa per i cittadini: Impegno democratico e partecipazione civica (Misura 1. Gemellaggio di città; Misura 2. Reti di città; Misura 3. Progetti della società civile).

L'idea del Progetto Promuoviamoci nasce dalla volontà di offrire servizi anche nei piccoli comuni, in cui è ugualmente sentita l'esigenza da parte dei giovani di studiare, lavorare, fare un’esperienza di volontariato o di scambio culturale in Italia e in Europa. Benedetta Iannelli, Presidente di Ipsia Sardegna dichiara che "Promuoviamoci mira al coinvolgimento dei giovani nei luoghi in cui vivono. Ci sono tanti giovani, infatti, che vorrebbero scegliere di rimanere e contribuire allo sviluppo socio-economico del proprio territorio. Insieme alle amministrazioni comunali, stiamo cercando di creare tante opportunità finalizzate a creare competenze e, al contempo, aiutare i piccoli comuni della Sardegna a contrastare il fenomeno dello spopolamento e della fuga dei cervelli."

In particolare i laboratori di idee sono dei luoghi in cui, rispettando le regole del Programma Europeo, stimolare la nascita di nuove idee progettuali finalizzate alla presentazione di almeno una proposta per la scadenza dei bandi fissata per i primi di settembre.

Al laboratorio possono partecipare tutti coloro che hanno voglia di fare un’esperienza pratica che li porti dalla nascita dell’idea alla presentazione di un Progetto, con l’impegno, se finanziato, di coinvolgerli nella realizzazione. Verrà data priorità ai giovani tra i 20/30 anni residenti nei comuni di Cagliari, Elmas, Vallermosa, Pau e Ussaramanna.

Il laboratorio si svolge in maniera itinerante nei mesi di giugno e luglio nei comuni di Ussaramanna, Vallermosa, Cagliari, Elmas e Pau. Sono previsti 8 incontri per un totale di 32 ore da svolgersi nelle giornate del venerdì pomeriggio e del sabato mattina.

Il progetto è realizzato in collaborazione con i Comuni di Elmas, Ussaramanna, Vallermosa e Pau.

Per informazioni e iscrizioni entro il 20/06/2017: 07043039 e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il laboratorio è gratuito e riservato ai soci Acli, pertanto sarà necessario avere la tessera.

Si rilascia attestato di partecipazione.

Incontri itineranti di promozione del Servizio civile nazionale e all’estero

L'associazione di volontariato Ipsia Sardegna, nell'ambito del Progetto Promuoviamoci, finanziato dall'Assessorato Regionale della Pubblica istruzione attraverso il Bando aggregazione giovanile, prosegue con l’organizzazione degli incontri itineranti. Stavolta al centro degli incontri è l’opportunità offerta ai giovani dal Servizio civile nazionale e all’estero. Il 26 giugno scade il bando 2017 del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, delle Regioni e Province autonome, per la selezione di 47.529 volontari da impiegare in progetti di Servizio civile nazionale in Italia e all'estero.

“L’obiettivo dell’incontro è informare i giovani sulle opportunità offerte nell’ambito del Servizio civile nazionale e all’estero, sui requisiti di partecipazione e sulle modalità di presentazione delle domande” dichiara la Presidente di IPSIA Sardegna, Benedetta Iannelli, “in quanto spesso ci rendiamo conto che l’attività di promozione e informazione non è mai abbastanza, soprattutto se si parla di coinvolgere in giovani in progetti che possono aiutarli a crescere e acquisire nuove competenze spendibili nel mondo del lavoro e nella vita personale”.

Gli incontri si terranno secondo il seguente calendario:

-       16 giugno ore 18.00 - Biblioteca Casa Zedda – Comune di Ussaramanna

-       20 giugno ore 17.00 - Biblioteca caffè letterario – Comune di Pau

-       21 giugno ore 17.00 - via Adua – Comune di Vallermosa

-       22 giugno ore 18.00 - ex scuola elementare – Via dell’Arma Azzurra n. 37 (1°piano) -Comune di Elmas

L’incontro è aperto al pubblico e gratuito e si rivolge in particolare alle ragazze e ragazzi tra i 18 e i 28 anni interessati ad un'esperienza di cittadinanza attiva nei settori dell'assistenza, della protezione civile, dell'ambiente, del patrimonio artistico e culturale, dell'educazione e promozione culturale, all’estero. Lo svolgimento del Servizio civile offre ai giovani una occasione unica di crescita ed arricchimento personale e professionale e rappresenta uno strumento particolarmente efficace per diffondere la cultura della solidarietà e della pace tra i popoli. Il servizio dura 12 mesi.

A tutti i partecipanti che ne faranno richiesta verrà rilasciato un attestato di partecipazione

Il progetto è realizzato in collaborazione con i Comuni di Elmas, Ussaramanna, Vallermosa, Pau.

Per informazioni e iscrizioni entro il 15/06/2017: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sportello informativo e di orientamento al lavoro itinerante

L'associazione di volontariato Ipsia Sardegna, nell'ambito del Progetto Promuoviamoci, finanziato dall'Assessorato Regionale della Pubblica istruzione attraverso il Bando aggregazione giovanile, lancia lo Sportello informativo e di orientamento al lavoro itinerante.

Il servizio, infatti, sarà attivo nei 5 comuni coinvolti nel progetto: Cagliari, Elmas, Ussaramanna, Vallermosa e Paudal 10 aprile al 10 giugno 2017.

L'idea di uno sportello itinerante nasce dalla volontà di offrire servizi anche nei piccoli comuni, in cui è ugualmente sentita l'esigenza da parte dei giovani di studiare, lavorare, fare un’esperienza di volontariato o di scambio culturale in Italia e in Europa. "L'obiettivo è offrire servizi informativi a tutti quei giovani che vorrebbero crearsi delle opportunità nei luoghi in cui sono nati, valorizzandone le competenze e cercando una risposta alle loro aspettative. Offrire servizi ai giovani nei territori in cui questi vivono può essere un modo per popolare i Comuni di servizi utili e contrastare, così, il fenomeno dello spopolamento" sostiene la Presidente Benedetta Iannelli.

Lo sportello offre in particolare i seguenti servizi:

– assistenza nella compilazione dei CV, lettera di presentazione (anche in lingua straniera) e simulazione di colloquio;

– attività informativa sulle opportunità formative (corsi professionali e di specializzazione) e lavorative (selezioni e concorsi);

– orientamento alla mobilità internazionale (lavoro, stage e volontariato).

Lo sportello sarà operativo, in ogni Comune, un giorno alla settimana dal lunedì al venerdì in orario pomeridiano (esclusi i festivi). Inoltre sarà sempre possibile richiedere e ricevere informazioni anche attraverso l'indirizzo email.

Per informazioni e appuntamenti: 07043039 e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

locandina sportello informaoriento

Sei qui: Home Notizie