Volontariato internazionale “Terre e libertà

IPSIA promuove per il periodo di Pasqua e l’estate 2015, all’interno del progetto di volontariato internazionale “Terre e libertà”, campi di animazione in:

 
Pasqua: 
BosniErzegovin
 
Estate: 
Albania, Bosnia Erzegovina, Kosovo, 
Moldova, Kenya, Mozambico, Senegal
 
L’animazione rivolta a bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni è l’attività principale del progetto e permette di abbattere barriere linguistiche e culturali e condividere dei momenti di gioco, fantasia e creatività con bambini spesso abbandonati a sé stessi.
 
Requisiti richiesti e modalità di iscrizione:
- per in Europa l'età minima di partecipazione è di 18 anni
- per in Africa l'età minima di partecipazione è di 22 anni
 
Per partire occorre prendere visione del regolamento e compilare online, attraverso il sito, la scheda di partecipazione, inviandola entro le scadenze previste.
 
Ai volontari non vengono richieste pregresse esperienze se non una buona capacità di adattamento e di lavorare in gruppo.
 
Per maggiori informazioni sul campo di Pasqua e le proposte estive consulta le schede in allegato e il sito bit.ly/terreliberta_TL2015
 
Tempistiche:
iscrizioni: dal 18/03/2015 su  bit.ly/terreliberta_TL2015
chiusura iscrizioni campo di Pasqua: 25/03/2015
chiusura iscrizioni campi in Europa: 15/06/2015
chiusura iscrizioni campi in Africa: 27/04/2015
 

Seminario Discriminazione razziale – “Oltre le barriere”

In occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale, il Comune di Elmas, le Acli Provinciali di Cagliari e l’UNAR in collaborazione con l’associazione US Acli Sardegna, l’associazione Ipsia Sardegna e l’associazione Amal, promuovono il seminario Discriminazione razziale – “Oltre le barriere”, che si svolgerà sabato 21 Marzo 2015alle ore 09:30 presso l’Aula Consiliare del Comune di Elmas in Via del Pino Solitario sn.

Perché è importante conoscere e combattere la discriminazione razziale? Perché un pregiudizio che si fonda sulla razza costringe intere minoranze etniche all’emarginazione ostacolando il loro sentirsi parte attiva della vita sociale di una comunità. Questa premessa, per coloro che appartengono ad una minoranza etnica, comporta un basso livello di scolarizzazione, elevati tassi di disoccupazione e situazioni abitative caratterizzate da estrema povertà.

L’evento, organizzato nell’ambito del progetto “ImPARIS- Immigrati Pronti A un Ruolo attivo In Sardegna”, con il contributo dell’Assessorato dal Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale della Regione Autonoma della Sardegna, è finalizzato, da un lato, a sensibilizzare la popolazione sul tema della discriminazione razziale, e, dall’altro, a presentare alcuni progetti vincenti realizzati in ambito internazionale, nazionale e regionale in cui, lo sport ha giocato un ruolo importante nella lotta contro il razzismo e le discriminazioni.

Autodisciplina, rispetto per l'avversario e lavoro di squadra, valori intrinseci nello sport, possono, infatti, contribuire a creare fenomeni di inclusione sociale, ad integrare persone emarginate, a costruire ponti tra etnie e razze, e, infine a promuovere gli strumenti per prevenire e risolvere tensioni sociali e conflitti.

La promozione dell’uguaglianza, la creazione di opportunità per le persone che subiscono atti discriminatori, il coinvolgimento dei giovani attraverso lo sport, progetti di scambio europei, progetti scolastici, saranno alcune delle tematiche presentate durante il seminario.

La mattinata si concluderà con un dibattito, in cui i partecipanti potranno confrontarsi sulle problematiche legate al fenomeno discriminatorio, le cause, le conseguenze, ma soprattutto, su quali strumenti esistano o possano essere creati al fine di contrastarlo.

Interventi:

Valter Piscedda (Sindaco del Comune di Elmas), Fabio Meloni (Presidente Acli Regione Sardegna), Damiano Lembo (Vice Presidente Vicario US Acli Nazionale), Simone Pusceddu (Presidente US Acli Regione Sardegna), Pietro Casu (Segreteria Regionale UISP), Salvatore Rosa (Presidenza Nazionale US Acli), Luca Montisci (Presidente ASD ELMAS ’01), Benedetta Iannelli (Presidente IPSIA Sardegna), Fatima Kouchrad (Presidente AMAL Sardegna), Mauro Carta (Presidente Acli Provinciali di Cagliari)

La partecipazione all’evento è gratuita e si rilascia attestato di partecipazione.

In allegato la locandina.

Per maggiori informazioni e per le iscrizioni è possibile contattare la segreteria organizzativa: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   tel. 07043039

 

Integriamoci - Le donne e l'immigrazione in Sardegna

L’associazione di volontariato Ipsia Sardegna, in collaborazione con le Acli Provinciali di Cagliari, organizza il seminario Integriamoci - Le donne e l'immigrazione in Sardegna che si svolgerà giovedì 22 gennaio 2015 presso la sede delle Acli Sardegna in via Roma 173 a Cagliari alle ore 15.30.
L’evento, organizzato con il contributo della Fondazione Banco di Sardegna, è finalizzato, da un lato, a fotografare i numeri della popolazione straniera residente nella nostra isola, e dall’altro, a presentare le trasformazioni che investono il fenomeno dell’immigrazione e, in particolare, i profili sociali delle donne immigrate.
4.922.085 sono gli stranieri residenti in Italia al 1 gennaio 2014 e rappresentano l’8% della popolazione totale. Rispetto al 1 gennaio 2013 si è registrato un incremento dell’1%. In Sardegna su un milione e seicentomila abitanti gli stranieri rappresentano il 2,5%, pari a 42.159 persone, di cui 23.642, il 56%, sono donne.
“Alla donna immigrata - afferma la referente dello sportello Famiglia Acli – spetta il complesso compito di attuare un processo di metamorfosi tra le origini, il passato e le tradizioni che hanno caratterizzato la sua esistenza nei Paesi di partenza e il nuovo, mutato contesto di arrivo, che impone una incessante ridefinizione del proprio status identitario. Il ridimensionamento del Welfare State, l’invecchiamento della popolazione, l’aumento degli ingressi delle donne italiane nel mercato del lavoro, l’aumento delle famiglie mononucleari, rappresentano un insieme di fattori (economici e demografici) che hanno contribuito, quasi in maniera esclusiva, alla definizione di un profilo sociale delle donne migranti come tate, colf e badanti”.
Il seminario si concluderà con un focus sul fenomeno emergente degli “Orfani bianchi”, i bambini rimasti in patria figli delle badanti provenienti dall’Est.
Al convegno interverranno Benedetta Iannelli (Presidente IPSIA Sardegna), Mauro Carta (Presidente Acli Provinciale di Cagliari), Daniela Corona (Referente Sportello Famiglia Acli), Laura Badiu (Presidente dell’Associazione di volontariato Together) e Fatima Kouchrad (Presidente AMAL Sardegna).
Inoltre, grazie all'intervento di alcuni esponenti delle Associazioni degli Immigrati, si avrà modo di confrontarsi su quali siano oggi le problematiche e, al contempo, le opportunità per le donne immigrate in Sardegna.
La partecipazione all’evento è gratuita e si rilascia attestato di partecipazione.

Per maggiori informazioni e per le iscrizioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; 07043039.
Fonte dati DemoIstat 2014

"Info Day: Europe for you"!

Le Acli di Cagliari, Ipsia Sardegna, le Acli di Gesico e i Giovani delle Acli della Provincia di Cagliari, grazie al cofinanziamento della L.R. n. 3 del 7 agosto 2009 art.9 comma 9 lett.e. Progetti di mobilità giovanile internazionale, di promozione dell’interculturalità e della cittadinanza europea, promozione di scambi giovanili, organizzano per il 21 febbraio 2015 l’info day “EUROPE FOR YOU”.

La finalità della giornata informativa è, da un lato, presentare le opportunità fornite ai giovani dai programmi europei e, in particolare, da Erasmus + e, dall’altro, coinvolgere attivamente i giovani partecipanti in un laboratorio progettuale di idee.

La giornata prevede:

  • la presentazione generale del Programma, con i suoi obiettivi, struttura, scadenze;
  • un focus su modalità di accesso al Programma, formulari, tools informatici
  • l’organizzazione di laboratori di idee in cui i giovani partecipanti, suddivisi in gruppo, potranno proporre temi di loro interesse. Le idee più interessanti saranno trasformate in proposte progettuali da presentare alle prossime scadenze dei bandi di Erasmus+.

L’info day, rivolto esclusivamente ai tesserati Acli, si svolgerà dalle ore 10 alle 18 presso l’agriturismo “La curatoria” di Suelli e si concluderà con la consegna degli attestati di partecipazione.

E' possibile iscriversi entro il 18 febbraio 2015 facendo pervenire il modulo di iscrizione alla mail   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  .

In allegato la locandina.

I giovani e l'Europa: tra esperienze e nuove opportunità

Acli Cagliari, Ipsia Sardegna e Giovani delle Acli di Cagliari vi invitano al seminario "I giovani e l'Europa: tra esperienze e nuove opportunità" che si terrà ivenerdì 27/06 alle ore 16.00 presso la sede delle Acli Sardegna in via Roma 173 a Cagliari.
 
Durante il seminario si focalizzerà l'attenzione sul Programma Erasmus + e sul Programma Europa per i cittadini.
 
L'evento è gratuito e verrà rilasciato un attestato di partecipazione.
 
Per info è possibile contattarci al numero 07043039 e alla mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sei qui: Home Notizie